Il Controllo di Gestione A Misura di Micro e Piccole Imprese

Ebitda: il margine operativo prodotto dalla tua gestione

ebitda

Sono Barbara Novello e da 20 anni mi occupo di controllo di gestione. Ho maturato la mia esperienza in piccole e micro realtà e ti parlo con la certezza che questo strumento può essere applicato anche ad una realtà della tua dimensione.

Anzi, attivare un controllo costante dei numeri sarà il tuo primo alleato per il raggiungimento dei tuoi obiettivi aziendali. E la tua arma “segreta” rispetto ai concorrenti che viaggiano a vista.

In questo articolo esploreremo insieme il significato dell’Ebitda, vedremo come determinare se il tuo Ebitda è “buono”, ti spiegherò come calcolarlo a partire dai dati del bilancio aziendale e molto altro.

Pronto per iniziare?

1: Che cos’è l’Ebitda e perché è importante

L’Ebitda, o Margine Operativo Lordo (MOL), rappresenta un indicatore chiave per valutare la performance di un’azienda.

In sostanza esso individua i profitti generati dall’azienda prima di considerare interessi, tasse, ammortamenti e deprezzamenti.

ebitda formula

Ora, potreste chiedervi:

“Perché dovrei calcolare il MOL della mia azienda? Cosa lo rende così importante?”

La risposta è semplice: l’Ebitda è uno strumento di valutazione potente e versatile che aiuta le aziende a comprendere quanto effettivamente guadagna prima degli oneri finanziari e degli aspetti contabili.

Questo è cruciale perché consente di valutare la reale capacità di generare profitti e cash flow di un’azienda, indipendentemente dalla struttura finanziaria e dalle decisioni fiscali.

È una risorsa preziosa perché aiuta a prendere decisioni informate, a valutare la salute finanziaria dell’azienda e a identificare aree in cui potete ottimizzare la vostra gestione.

2: Come valutare se l’Ebitda è ottimale

Sapere come calcolare il MOL è solo il primo passo; la vera sfida sta nel valutare se il valore ottenuto è positivo o negativo per l’azienda.

In altri termini, è come possedere una mappa, ma occorre anche saper leggere il territorio per orientarsi correttamente.

Per determinare se il MOL è “buono”, dovete considerare diversi fattori chiave:

  • il confronto con il vostro settore di riferimento

L’Ebitda è un indicatore relativo, il che significa che il suo valore sarà significativo solo quando confrontato con aziende simili nella vostra industria.

  • la tendenza nel tempo

Guardare un singolo valore di Ebitda non è sufficiente; dovete analizzare come è cambiato nel corso del tempo. Un MOL in costante crescita può essere un segnale positivo, mentre un declino può richiedere ulteriori indagini.

Inoltre, è importante considerare il contesto specifico dell’azienda.

  • Quali sono gli obiettivi e le strategie aziendali?

L’Ebitda deve essere in linea con tali obiettivi e contribuire a realizzarli.

Nel corso di questo articolo, vi guiderò attraverso gli indicatori chiave da considerare per valutare se l’Ebitda è “buono” per la vostra azienda. Vi aiuterò a comprendere come interpretare questi dati e a prendere decisioni informate per il vostro business.

3: Come si calcola l’Ebitda di un’azienda

L’ebitda è un valore che non si trova nei prospetti di bilancio tradizionali (contabile e civilistico).

Per calcolarlo bisogna effettuare la riclassificazione del conto economico, un procedimento che ha lo scopo di:

  • raggruppare i conti in poche voci per semplificare la lettura dei dati;
  • calcolare dei risultati intermedi al fine di analizzare meglio le performance aziendali.
ebitda calcolo

Se ancora non hai un sistema di analisi e di riclassifica dei tuoi dati di bilancio attivo.

Innanzitutto ti consiglio di provvedere immediatamente, in quanto quest’analisi non deve essere fatta solo sul bilancio dell’anno precedente ma in modo continuo almeno ogni trimestre, meglio se mensilmente.

E ti invito ad approfittare della consulenza gratuita che offro, richiedendo i tuoi 30 minuti, per capire come imparare a leggere e gestire i numeri della tua azienda.

Nel frattempo, puoi iniziare a calcolarti questo dato con le informazioni che trovi nel bilancio civilistico che ti fornisce il commercialista. Ti spiego come nel prossimo capitolo.

4: Come si calcola l’Ebitda dal bilancio

Mentre il calcolo dell’Ebitda è relativamente semplice quando avete accesso a tutti i dati finanziari necessari, può essere utile saper estrarre questo valore direttamente dal bilancio.

In questo modo, potrete ottenere una stima del MOL anche in assenza di dati finanziari completi.

Potete calcolare il vostro EBITDA partendo dall’utile d’esercizio realizzato, al quale andrete a sommarvi:

  • tasse ed interessi,
  • ammortamenti e svalutazioni.

Il risultato finale sarà il vostro MOL. Questo valore rappresenta quanto guadagna l’azienda prima di considerare gli oneri finanziari e le spese non monetarie, offrendo una visione chiara della sua capacità di generare profitti operativi.

5: Ebitda Negativo – Cosa Fare?

Quando un’azienda riporta un EBITDA negativo, significa che il guadagno operativo della società, al netto di interessi, tasse, ammortamenti e svalutazioni degli asset, è inferiore a zero.

Questo significa che l’attuale modello di business, con i ricavi generati, non è in grado di coprire tutti i costi diretti ed indiretti intrinsechi all’esistenza dell’attività stessa.

Ecco alcuni possibili motivi per un EBITDA negativo:

  • Volume dei ricavi inadeguato:

Una inadeguata strategia commerciale, una diminuzione delle vendite, la scarsa competitività o una domanda del mercato inferiore alle aspettative possono produrre ricavi inferiori ai volumi necessari per far fronte ai costi fissi da sostenere.

  • Bassi margini di profitto:

Se l’azienda opera offrendo prodotti o servizi a bassa marginalità, la struttura del proprio modello di business potrebbe non essere ottimizzata o strutturata per far fronte alle marginalità richieste dal mercato.

  • Costi operativi elevati:

Se i costi di produzione, distribuzione, marketing o altri costi operativi sono troppo elevati rispetto ai ricavi generati, l’azienda potrebbe finire per avere un EBITDA negativo. Ciò potrebbe essere causato da una gestione inefficace dei costi o da un aumento dei prezzi delle materie prime o delle spese generali.

  • Sottoutilizzo delle risorse:

Se l’azienda non è in grado di utilizzare efficacemente le sue risorse, come attrezzature, personale o capacità produttiva, potrebbe non essere in grado di generare abbastanza ricavi per coprire i suoi costi fissi e variabili, portando a un EBITDA negativo.

  • Spese straordinarie:

L’azienda potrebbe aver sostenuto investimenti significativi o spese straordinarie che non sono ancora state completamente capitalizzate o che non si sono tradotte in un aumento immediato dei ricavi.

In sintesi, un EBITDA negativo è un segnale che l’azienda potrebbe avere problemi di redditività o gestione finanziaria che richiedono attenzione e correzioni.

controllo di gestione

L’Ebitda è uno strumento potente che può aiutarvi a prendere decisioni informate, valutare la performance finanziaria e identificare opportunità di miglioramento. Utilizzatelo come una lente d’ingrandimento per esaminare la salute finanziaria della vostra azienda e come un trampolino per il successo.

Se ti appresti per la prima volta ad analizzare i tuoi numeri aziendali, e non sai come fare

Compilando il form che trovi a questo link puoi richiedere una prima consulenza gratuita, nel corso della quale analizzando la tua situazione specifica, capiremo insieme se e come io ti posso aiutare.

E per rimanere sempre aggiornato su questi temi,

Se hai trovato interessante ed utile il mio articolo, condividilo.

Leggi gli ultimi articoli:

ebitda
Controllo di gestione

Ebitda: il margine operativo prodotto dalla tua gestione

Ebitda o Margine Operativo Lordo è un indicatore di redditività che evidenzia il reddito di un’azienda basato solo sulla sua gestione operativa, quindi senza considerare gli interessi, le imposte, il deprezzamento di beni e gli ammortamenti

Gestione Snella

Prendi il timone e definisci la tua rotta.

Richiedi una Consulenza gratuita di 30 minuti

Inizia a gestire attivamente
il tuo business.

Richiedi gratuitamente il file excel per la gestione dei flussi di cassa

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file

(cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire

il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report

sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare

adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo

utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o

meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a

offrirti un’esperienza migliore.